domenica 19 giugno 2016

DIFESA GRANITICA, MIMMO CALA IL POKER: I GIALLI SI RISCATTANO. Rossi irriconoscibili.

Giovedì 16 giugno 2016
h 19.30 calcetto marina

La diciottesima giornata di campionato può essere il crocevia della stagione: un'eventuale nuova vittoria dei rossi li proietterebbe ad un vantaggio che saprebbe quasi di vittoria finale mentre una vittoria gialla potrebbe riaprire uno spiraglio per la squadra del presidente Dimos che avrebbe quella tanto agognata boccata d'ossigeno per rivitalizzare un momento negativo.
La composizione delle squadre, però, mette spavento ai gialli che si trovano sì con tutti i titolari presenti ma con Emanuele e Lorenzo tra gli avversari a sostituire Rino e Walter assenti. All'inizio della partita, ad onor del vero, bisogna dire che i rossi hanno lasciato scegliere ai gialli se mantenere la squadra titolare o meno e altrettanto sinceramente bisogna sottolineare la loro volontà di giocare con la propria squadra senza compromessi anche di fronte ad una squadra rossa superiore almeno sulla carta.
Dimos, Paolo, Giancarlo, Salvatore e Mimmo
Domenico, Alessandro, Mathew, Emanuele e Lorenzo.

La partita
Il pallino del gioco, come prevedibile, è dei rossi che si spostano costantemente nella metà campo gialla costringendo gli avversari a chiudersi in difesa. Ma si nota, sin da subito, una certa indolenza da parte dei giocatori rossi che sembrano piuttosto abulici e superficiali al contrario dei gialli che sono attenti e concentrati al punto giusto. Vere e proprie occasioni da rete non se ne registrano in questi primi minuti con qualche tentativo dei rossi con Mathew e con Emanuele. La sveglia per i rossi  la dà Mimmo che al 10' riceve palla nella tre quarti avversaria e pressoché indisturbato va a segnare l'1 a 0 battendo Lorenzo per la sorpresa e per la gioia dei gialli. Palla al centro, i rossi si spostano in avanti per recuperare ma perdono malamente palla.. Salvatore la cede di nuovo a Mimmo che fa il Maradona tra le belle statuine rosse superando due, tre avversari compreso Domenico in porta e depositando in rete il 2 a 0 all'11'. Per i gialli è festa grande, per i rossi l'inizio di un incubo. 
Da questo momento inizia l'assedio dei rossi alla porta gialla: il più attivo dei rossi è Emanuele che si danna l'anima correndo a destra e a sinistra mostrando volontà e orgoglio che invece i suoi compagni non hanno. Lorenzo, acciaccato, e Mathew, distratto, incidono poco e niente mentre con il passare dei minuti anche Alex si estranea dal gioco in un crescendo depressivo. I gialli, al contrario, si esaltano nello stretto, come è loro caratteristica, e giocano in quattro dentro la loro area con il solo Mimmo un metro più avanti e chiudono tutti i varchi rendendo impossibile gli scambi stretti tra i rossi. Eppure i rossi, spenti e abulici quanto vogliamo, riescono a creare qualche occasione da rete con Alex che si inventa un paio di filtranti ottimi ed invitanti per Mathew e per Lorenzo ma mentre il primo spara un missile destinato in orbita lunare, il secondo perde l'attimo propizio e si fa recuperare da un Paolo in versione da guerra.  Con il passare dei minuti, i rossi si rendono conto che non solo sarà difficilissimo recuperare due reti ai gialli ma che bisognerà anche evitare altri gol degli avversari che vanno molto vicino al terzo gol con Giancarlo, servito da un lancio millimetrico di Salvatore, che va al tiro potente respinto da Mathew con difficoltà. I gialli cercano ovviamente di sfruttare lo sbilanciamento dei rossi e Salvatore sembra Bonucci per la precisione dei lanci, infatti poco dopo ci riprova con Mimmo che viene chiuso provvidenzialmente da Emanuele. La pressione dei rossi continua tra un rilancio e una palla spazzata dai gialli ma la squadra campione sembra priva di quel mordente e di quella convinzione che di solito la caratterizza. I gialli continuano a respingere tutto quello che capita nella loro area come nei tiri di Alex, Domenico e Mathew mentre Lorenzo cerca invano di liberarsi al tiro con qualche dribbling nello stretto. La difesa dei gialli è talmente stretta davanti alla porta che sono spesso in due ad andare alla respinta.. il presidente si esalta in una chiusura decisiva su Lorenzo e poi è Giancarlo a "parare" sul tiro da distanza ravvicinata di Emanuele. Periodo di completo assedio dei rossi che costringono sì i gialli a non uscire neanche dalla loro metà campo per uno straccio di contropiede, ma che non riescono a trovare la via del gol che potrebbe dare una svolta diversa alla partita. I tentativi di Mathew, Alex e Lorenzo non sono delle clamorose palle gol ma solo dei tentativi, spesso dalla distanza, di cercare il pertugio giusto. Al contrario, i gialli, nell'unico contropiede ben orchestrato da Paolo, arrivano al tiro con il solito Mimmo che prende un palo con una mazzata dal limite!!! Scorrono i minuti e la fisionomia della partita non cambia affatto. I rossi continuano nel loro sterile assedio divorandosi due palle gol notevoli con Mathew su assist di Lorenzo e con lo stesso Lorenzo che spara di poco a lato da posizione favorevole. Il palo preso da Emanuele con una bordata a colpo sicuro fa capire che per i rossi non è proprio giornata e ancora meglio arriva il perfetto triangolo Mimmo-Dimos-Mimmo che taglia la difesa rossa come il burro e permette a Mimmo di presentarsi a tu per tu con Lorenzo e a batterlo ancora con un tunnel rasoterra. 3 a 0 al 75' e buonanotte al secchio. Rossi allo sbando, slegati e sfiduciati, rischiano la goleada con Mimmo che spara a lato da buona posizione e con Giancarlo che tenta la girata a volo sull'ennesimo lancio perfetto di Salvatore che viene respinto dalla faccia di Domenico ad evitare il quarto gol. Quarto gol che arriva puntuale in chiusura di partita ancora con Mimmo che non ci pensa neanche un secondo a sparare un missile dalla distanza con la palla che s'infila tra Lorenzo e il palo per il 4 a 0 all'80' che è anche il finale della partita.

Migliore in campo della partita non poteva che essere eletto Mimmo artefice di una grandissima prestazione e di un fantastico poker che ha fatto saltare il banco. Oltre ai quattro gol, che già sarebbero stati sufficienti alla nomina di migliore in campo, ci piace sottolineare la sua generosa prestazione complessiva sempre al servizio dei compagni e della squadra.
SUPERMIMMO!!

Vittoria ineccepibile dei gialli che si rilanciano in campionato, non tanto per i punti che ancora vedono i rossi a +12, ma per come la vittoria è arrivata: grande orgoglio e spirito di sacrificio per tutti con voglia e volontà di ferro in una partita che sembrava proibitiva per la qualità della formazione avversaria. Prestazioni altissime per tutti i gialli che sono stati capaci di mantenere grinta e concentrazione dal primo all'ultimo minuto di gioco senza mai sbandare.
Rossi irriconoscibili: la presunta superiorità tecnica è stata un netto svantaggio. Convinti forse che tutto sarebbe stato facile, hanno quasi "snobbato" l'impegno finendo inevitabilmente per perdere una partita che li avrebbe portati a distanza siderale dagli avversari. Appannati, svogliati e imprecisi con preoccupanti lacune offensive e, soprattutto, difensive i rossi hanno meritato di uscire dal campo a testa bassa.
In classifica i gialli rosicchiano tre punti portandosi a -12 mentre per la classifica cannonieri, Mimmo aggancia Lorenzo in cima alla classifica a quota 15.
PAGELLE
Dimos 8: prestazione da incorniciare per il presidente che nello stretto si fa valere. Da sottolineare il perfetto assist per Mimmo nel terzo gol.
Paolo 8.5: in difesa non fa passare nemmeno uno spillo figuriamoci un pallone. Chiude tutto e tutti.
Salvatore 8.5: è in grande serata sia in difesa dove chiude la strada a tutti, che in cabina di regia dove sforna precisi lanci a ripetizione.    
Giancarlo 8: si batte con grinta e ardore sfiorando anche il gol in qualche occasione.
Mimmo 10: migliore in campo.

Domenico 5: niente di particolare, si limita a poche cose e nell'azione del terzo gol ha più di una responsabilità.
Alessandro 5: si spegne ben presto limitando la sua partita ad un contributo sterile e inefficace.
Emanuele 7: il migliore dei suoi quantomeno per volontà e per orgoglio.
Mathew 4.5: il mago era ancora in Uganda.
Lorenzo 4.5: il dolore alla caviglia lo tormenta in una partita in cui mostra tante lacune difensive e nessun acuto offensivo.

Alla prossima.

4 commenti:

domenico ha detto...

Difficile commentare una partita così sottotono. Abbiamo peccato di presunzione convinti che la contemporanea presenza di Alex, Lorenzo ed Emanuele ci avesse già fatto vincere la partita. Abbiamo visto in campo che invece è stato proprio il contrario. Nessun alibi per noi. Abbiamo sbagliato tutti e tutto. Determinazione zero, volontà zero, grinta zero, precisione sotto zero.
Il vantaggio è ancora consistente ma questa partita ha fatto capire a tutti che i gialli ci sono eccome e con un Mimmo in queste condizioni....

Paolo ha detto...

Cronaca ineccepibile di Domenico come sempre precisissimo che dire siamo partita convinti di prendere almeno 4--5 goal da una squadra rossa fortissima ed invece abbiamo fatto una prestazione tutt'a cuore e sacrificio. Abbiamo scelto di giocare noi titolari sin dall'inizio senza togliere nessuno anche perché nessuno sarebbe andato con i rossi siamo troppo legati alla maglia. Partita che si è messa subito sui binari giusti con due bei goal in contropiede di un super Mimmo che ci hanno permesso di giocare come piace a noi difesa e super ripartenza è così è stato. Ora dovremmo affrontare la furia dei rossi nella prossima partita che sicuro vorranno cancellare questa brutta prestazione. I gialli comunque con questo Mimmo possono recuperare e cercare di ridare un senso a questo campionato che sembrava quasi finito. Alla prossima ragazzino.

MIMMO ha detto...

Grazie a tutti dei complimenti. Comunque non sarà sempre festa , anche perchè il fisico a volte mi assiste, a volte non riesco manco a correre. Per la partita che dire, noi molto tranquilli pensando di contenere la goleada, poi se messa bene e abbiamo fatto il nostro gioco.
Giovedì prossimo sarà un'altra battaglia sempre con divertimento ( prima di tutto ). Molto probabilmente mancherà pure Salvatore.
E attenzione ai rossi che quando sono uniti e incazzati, ci fanno cutul cutul.

Alessandro ha detto...

Partita vergognosa giusta sconfitta e pesante umiliazione,nulla da eccepire,purtroppo e' un nostro difetto quando siamo lontanissimi dai gialli ecco che ci rilassiamo fino al disgusto. E penso che neanche questa batosta ci svegliera',ora dobbiamo aspettare il ritorno del cavallo che in quando a voglia e grinta da' i punti a tutti noi messi insieme(che dopo e' scarso e sta chiuso questa e' un'altra storia). A giovedi senza proclami vediamo se siamo capaci di fare anche peggio